Accorrete, accorrete…L’affare del secolo

Rieccomi come promesso.

Accarezzato da un leggero venticello portato dal mare, mi siedo su di una splendida balconata. Questa profumata brezza estiva m’invoglia ai ringraziamenti verso tutti coloro che mi hanno scritto su questo blog.

Ringrazio innanzitutto chi mi ha fornito importanti informazioni, le quali mi hanno aiutato a scrivere il precedente articolo, e per chi me ne sta fornendo di nuove e preziose.I miei ringraziamenti vadano anche a chi, in maniera civile, ha interagito con numerose domande in merito. Anche se il mio ringraziamento più sentito va ai più passionali della rete. Quelli che con: improperi, minacce e risposte banali, prive di esaustiva logica a causa della poca conoscenza in materia, mi spronano nell’andari avanti.

Per ringraziare chi sta collaborando con me, invece, fornisco altre preziose “chicche”. Mi hanno detto di guardare un gruppo di facebook che risponde al nome di: Born to fly.

Ottimo direi per cominciare a scavare un po’ più a fondo. Comincio a scorrere non trovando nulla d’interessante: “avrò preso nà sola”, penso, quando a un certo punto, quasi demotivato, leggo un post che cattura la mia antipatica voglia di capire. Il post del personaggio in questione, un certo Sig. Arturo Primo, espone un concetto interessantissimo per farsi i soldi. Quasi quasi lo seguo! Prendo matita e foglio, mi siedo al tavolo e comincio a fare i conti della serva.

In poche parole al collaboratore è consigliato, per avere una carriera più rapida, l’acquisto di 25 macchinette del caffè, con un investimento di soli 2.500,00€. Così facendo avrà un reddito del 192% rispetto al capitale investito –secondo i nostri calcoli-. Fantastico! Sembra tutto facile per una persona intelligente. Acquistare pro-capite 25 macchine del caffè, per poi regalarle a parenti o amici e guadagnare dalla fornitura futura di cialde. Forse ho risolto i miei problemi economici.

Però una domanda al sig. Arturo Primo vorrei farla, in altre parole: se una volta regalata la macchinetta, nessuno mi compra le cialde, che faccio? Inoltre vorrei domandare, sempre con curiosa educazione: ma si è informato sulla concorrenza e sui prezzi di questa? Com’è possibile vendere le capsule del vostro caffè se costano circa 0,40€ l’una, contro quelle della Lavazza a 0,21€? O quelle del caffè Loris alla modica cifra di: 0,13€. La Nespresso, giusto per darvi un’idea, pagando attori del calibro di George Clooney e John Malkovich, le vende a 0,35€!

Vorrei chiedere al sig. Arturo Primo con che faccia potrei vendere le cialde a mia nonna, dicendole che le regalo la macchina, sapendo che dovrà sborsare, dalla sua pensione, un prezzo maggiorato per il caffè? Sapendo tra l’altro che anche altre aziende danno in comodato d’uso la macchinetta. Come si fa ad andare da un incaricato e dirgli: sborsa 2.500€, pur essendo consapevoli che la concorrenza te le da gratis? Mi sembra quasi impossibile credere che tutti voi possiate credere a questa irrazionale proposta.

Vi rendete conto che dire al pubblico: fai la spesa da noi e risparmi perché ti rimborsiamo, è una bugia? Perché non dite, come fanno tutti i venditori: da noi il prodotto costa di più perché la merce è migliore!? Svegliatevi, andiamo, non è difficile comprendere questo elementare conteggio. Se il Sig. Arturo Primo avesse un metodo d’investimento del 192%, da come si evince nella sua strategia, terrebbe lezioni imprenditoriali a broker con grandi competenze nel gestire fondi azionari che puntano ad un 30-40% su base annua –scusate se è poco!-.

Come dice Maurizio Costanzo: <<la mamma dei cretini è sempre incinta>>, ecco perché nascono i faraoni dei salami.

Ascolterò con grande interesse tutti quelli che mi faranno capire dove questo ragionamento, fatto dal Sig. Arturo Primo, trae fondamenti. Tra pochi giorni avrò modo di incontrare un importante incaricato di questo gruppo, il quale mi ha promesso un’intervista e, come ovvio: la pubblicherò!

A presto, Giulio Cesare
.ImmagineImmagine

Annunci

Informazioni su cesarediroma

creatore dell'impero romano e salvatore degli schiavi d'Egitto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: